Liceo De Sanctis Roma
IIS Gaetano De Sanctis - Roma
Facebook YTube

 

 

 

 

 

Circ. 328                                                                                                    Roma, 18.03.2020

Ai docenti

agli studenti e alle famiglie

al personale tecnico

sedi dell’istituto

 

TERZA DISPOSIZIONE PER LA DIDATTICA A DISTANZA (DAD)

video lezioni e NOTA DEL MINISTERO ISTRUZIONE PROT. 388 DEL 17 MARZO 2020

 

Si comunica che è possibile attraverso  DIDASPES  collegarsi con gli studenti per video lezioni  servendosi dei programmi Skype chat di gruppo o Zoom  (vedi i video tutorial nella sezione Biblioteca/ Corso di formazione e- learning) .

Le modalità sono qui sotto indicate:

  1. Per il programma Skype chiamata di gruppo  (si possono collegare fino a 50 persone per  tutto il tempo desiderato):
  2. Selezionare il New Chat pulsante e selezionare Nuova Chat di gruppo dall'elenco.
  3. Immetti un nome per il gruppo, che è necessario per continuare.
  4. Selezionare la fotocamera icona per caricare un'immagine per il gruppo.
  5. Selezionare il freccia destra per creare un gruppo.
  6. Inizia ad aggiungere i contatti. Seleziona i contatti dall'elenco dei contatti suggeriti o seleziona Cerca e digita il nome del contatto che desideri aggiungere. Continuare la ricerca e l'aggiunta di tutti i contatti nel modo desiderato.
  7. Seleziona Fine per iniziare a chattare.
  8. Inviare un collegamento per unirsi al tuo gruppo: seleziona Condividi collegamento per unirti al gruppo per condividere un collegamento di invito alla chat di gruppo fuori da Skype.
  9. Per il programma Zoom (si possono collegare fino a 100 persone per 40 minuti)

 A differenza di Skype non esiste una lista di contatti interni al programma, ma per iniziare una chiamata è sufficiente condividere il link all’ambiente virtuale che la ospita via mail o attraverso qualunque app di messaggistica. Chiunque lo riceva potrà a quel punto prenderne parte semplicemente avendo scaricato l’app sul dispositivo, anche senza aver creato un proprio account. 

 

Dopo aver scelto il programma da utilizzare in entrambi i casi:

  1. Entrare nel proprio Corso nella piattaforma Moodle /Didaspes
  2. Selezionare “Aggiungi un’attività o una risorsa” e scegliere “URL”
  3. Copiare il link nella sezione URL e salvare (il link non deve essere  condiviso con gli studenti in nessun’ altra modalità)
  4. Lo studente dovrà entrare nella piattaforma con la propria username e password e cliccare sull’URL nel corso della materia con cui deve attivare la videochiamata.  In questo modo sarà possibile tracciare l’attività svolta.
  5. Avviare una videochiamata: seleziona Avvia videochiamataper avviare una videochiamata con questo gruppo.
  6. Avviare una chiamata: seleziona Avvia chiamataper avviare una chiamata vocale con questo gruppo.
  7. Aggiungere persone: seleziona Aggiungi persone per includere altri partecipanti nella conversazione di gruppo.

 

Con tali programmi si può condividere lo schermo per proiettare slide e registrare la videochiamata.  C’è la possibilità di condividere documenti, foto o video, anche tra quelli che si hanno in cloud. 

Le video lezioni dovranno essere registrate e dovranno rimanere a disposizione degli studenti con link su registro elettronico e su DIDASPES, per consentire a tutti di prenderne visione in differita. Infatti, come precisato già nelle Diposizioni precedentemente comunicate con circ. n. 321 del 5/03/2020, circ. n. 324 del 9/03/2020 e disposizione prot. n. 1485 del 13/03/2020, potrebbe essere difficile per gli studenti collegarsi in sincrono, a causa di possibili problemi di connessione o di affollamento delle postazioni PC delle proprie abitazioni.

Le video lezioni devono essere preannunciate sul registro elettronico con congruo anticipo e dovranno essere quindi fruibili da tutti gli studenti e svolte secondo il proprio orario curricolare. I docenti dovranno assicurarsi che tutti gli studenti ne abbiano preso visione.

Al momento si prevede autovalutazione dello studente e una valutazione formativa con particolare riguardo a situazioni di disagio di cui i coordinatori metteranno a parte il Dirigente scolastico e i docenti del consiglio di classe.

Si ricorda inoltre che da indicazioni Anvur (D.M. n. 987/2016), una lezione in presenza della durata di un’ora accademica si può trasformare anche in una video lezione della durata di metà tempo, ovvero circa 20/25 minuti. In ogni caso è consigliabile preparare registrazioni di max 10-15 minuti per volta spacchettando il materiale.

I docenti sono invitati a prendere visione della Nota del Ministero Istruzione prot. 388 del 17 marzo 2020. Il contenuto della Nota è molto importante in quanto fornisce indicazioni a cui fare riferimento.

In particolare si richiamano le seguenti indicazioni:

  • “Progettazione delle attività“ al fine di riesaminare le programmazioni definite all’inizio dell’anno, per rimodulare gli obiettivi formativi sulla base delle nuove attuali esigenze.
  • Necessità di costante interazione tra i docenti, essenziale per assicurare organicità al lavoro che ciascun docente svolge nei contesti di didattica a distanza, supportati anche dall’Animatore Digitale e del Team digitale, per il supporto alle modalità innovative che si vanno a realizzare nell’ambito della didattica a distanza. Il raccordo tra le proposte didattiche dei diversi docenti del Consiglio di Classe è necessario per evitare un peso eccessivo dell’impegno on line, magari alternando la partecipazione in tempo reale in aule virtuali con la fruizione autonoma in differita di contenuti per l’approfondimento e lo svolgimento di attività di studio.

Si riporta integralmente la parte riguardante la valutazione e si invita ad un’attenta lettura della nota MI a cui seguiranno indicazioni che dovranno necessariamente tenere conto anche dell’eventuale prolungarsi dell’emergenza sanitaria. Nelle more della necessaria riprogrammazione delle attività, i docenti potranno attenersi alla valutazione formativa degli interventi che tenga conto di quegli studenti per i quali si siano rilevate situazioni di disagio, tuttora in corso di rilevazione, che andranno supportati con ogni mezzo.

La valutazione delle attività didattiche a distanza

La Nota 279/2020 ha già descritto il rapporto tra attività didattica a distanza e valutazione. Se è vero che deve realizzarsi attività didattica a distanza, perché diversamente verrebbe meno la ragione sociale della scuola stessa, come costituzionalmente prevista, è altrettanto necessario che si proceda ad attività di valutazione costanti, secondo i principi di tempestività e trasparenza che, ai sensi della normativa vigente, ma più ancora del buon senso didattico, debbono informare qualsiasi attività di valutazione. Se l’alunno non è subito informato che ha sbagliato, cosa ha sbagliato e perché ha sbagliato, la valutazione si trasforma in un rito sanzionatorio, che nulla ha a che fare con la didattica, qualsiasi sia la forma nella quale è esercitata. Ma la valutazione ha sempre anche un ruolo di valorizzazione, di indicazione di procedere con approfondimenti, con recuperi, consolidamenti, ricerche, in una ottica di personalizzazione che responsabilizza gli allievi, a maggior ragione in una situazione come questa. Si tratta di affermare il dovere alla valutazione da parte del docente, come competenza propria del profilo professionale, e il diritto alla valutazione dello studente, come elemento indispensabile di verifica dell’attività svolta, di restituzione, di chiarimento, di individuazione delle eventuali lacune, all’interno dei criteri stabiliti da ogni autonomia scolastica, ma assicurando la necessaria flessibilità. Le forme, le metodologie e gli strumenti per procedere alla valutazione in itinere degli apprendimenti, propedeutica alla valutazione finale, rientrano nella competenza di ciascun insegnante e hanno a riferimento i criteri approvati dal Collegio dei Docenti. La riflessione sul processo formativo compiuto nel corso dell’attuale periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza sarà come di consueto condivisa dall’intero Consiglio di Classe.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Maria Laura Morisani

(Firma autografa, sostituita a mezzo Stampa

ai sensi dell’art. 3, comma 2, del D.lgs. 39/1993)

Banner e link utili