Liceo De Sanctis Roma
IIS Gaetano De Sanctis - Roma
Facebook YTube

 

 

 

 

 

Circ. 145                                                                    Roma, 27/11/2018

 

Ai Docenti

Agli Studenti e alle Famiglie

Alla VicePresidenza

Sede centrale e succursali

 

OGGETTO: DM n. 769 del 26/11/2018 "Quadri di riferimento per la redazione e lo svolgimento delle prove scritte" e "Griglie di valutazione per l'attribuzione dei punteggi" per gli Esami di Stato del secondo ciclo di istruzione.

Il MIUR con nota prot. n. 19890 del 26-11-2018 hapubblicato i quadri di riferimento che descrivono caratteristiche e obiettivi in base ai quali saranno costruiti sia il primo scritto, italiano, che la seconda prova, diversa per ciascun indirizzo di studi.

Quadri di riferimento e griglie di valutazione

I Quadri di riferimento, coerenti con le Indicazioni Nazionali, hanno la funzione di sistematizzare l'impianto disciplinare e chiariscono i criteri e gli obiettivi in base ai quali saranno "costruite" le prove di esame.

In particolare, i Quadri di riferimento forniscono indicazioni relative:

  • alle caratteristiche e alla struttura delle prove d'esame;
  • ai nuclei tematici fondamentali e agli obiettivi delle prove;
  • alla valutazione delle prove.

 

Per quanto concerne le griglie di valutazione si evidenzia che, per la prima prova scritta, sono stati definiti indicatori generali che si riferiscono a tutte le tipologie testuali e indicatori specifici di cui tener conto nell'attribuzione del punteggio per le diverse tipologie.

Per quanto concerne la seconda prova scritta, le griglie si riferiscono alla valutazione complessiva dell'elaborato senza distinzione tra le diverse parti che possano caratterizzare la struttura e la tipologia della prova.

Tutti i contenuti trattati saranno sintetizzati in slide che verranno trasmesse agli Uffici scolastici regionali, unitamente al calendario dettagliato degli incontri informativi che verrà diffuso prossimamente.

La prima prova

La prima prova si svolgerà il prossimo 19 giugno. I candidati dovranno dimostrare di “padroneggiare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti” e, per la parte letteraria, di aver raggiunto un’adeguata competenza sull’”evoluzione della civiltà artistica e letteraria italiana dall’Unità ad oggi”. I testi prodotti saranno valutati in base alla loro coerenza, alla ricchezza e alla padronanza lessicali, all’ampiezza e precisione delle conoscenze e dei riferimenti culturali, alla capacità di esprimere giudizi critici e valutazioni personali. La prova avrà una durata di sei ore. I candidati dovranno produrre un elaborato scegliendo tra sette tracce riferite a tre tipologie di prove (tipologia A, due tracce - analisi del testo; tipologia B, tre tracce - analisi e produzione di un testo argomentativo; tipologia C, due tracce - riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità) in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.

 

La seconda prova

La seconda prova scritta del 20 giugno potrà riguardare una o più discipline caratterizzanti gli indirizzi di studio, come previsto dalla nuova normativa. La scelta delle discipline su cui i maturandi dovranno mettersi alla prova avverrà a gennaio. Intanto i quadri pubblicati oggi consentono di avere uno schema chiaro di come sarà composto lo scritto, indirizzo per indirizzo, materia per materia.

 

Si rimanda ad un’attenta lettura dei quadri di riferimento per il Liceo classico, linguistico e scientifico, che si allegano alla presente.

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                    Maria Laura Morisani

firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi dell’art.3 D.Lgs 39/1993

 

Banner e link utili